Aziende in crisi di liquidità: come uscirne

Aiuto le aziende in crisi di liquidità nelle procedure di esdebitazione e nella ristrutturazione del debito

Image

GLI STRUMENTI A TUA DISPOSIZIONE

La tua impresa sta vivendo uno stato di difficoltà economico finanziaria? Hai paura di non riuscire a saldare i tuoi debiti? Dormi sonni tranquilli: riparti grazie alla mia consulenza

Se sei un'azienda in crisi di liquidità e hai bisogno di un avvocato per avviare le procedure necessarie all'esdebitazione, contattami.
Valuteremo insieme la presenza dei requisiti di legge necessari per formulare la proposta e ti accompagnerò durante l'intero percorso, dalla fase iniziale, a quella esecutiva fino all'esdebitazione.

Esdebitazione per le aziende in crisi di liquidità:
di cosa si tratta

L'esdebitazione consiste nella cancellazione dei debiti non saldati e nella piena riabilitazione economica della persona coinvolta. 

Si tratta di un meccanismo già presente nel codice civile e messo in luce dalla normativa 3/2012. Su questa base normativa su cui puoi pianificare un “fresh start” – come viene chiamato nei paesi anglossasoni – ovvero una ripartenza. In questo modo tante aziende in crisi di liquidità si sono reimmesse nel circuito economico. E tu, che cosa stai aspettando? Raggruppare in un'unica procedura tutti i debiti della tua impresa è vantaggioso in termini di:

  • costi
  • tempo
  • trattamento dei creditori, sia perché si garantisce una soluzione il più possibile uniforme ed uguale per tutti i creditori, sia perché affrontando la situazione nella sua interezza si ha una visione d'insieme completa, che consente appunto di formulare proposte e offerte fattibili e congrue.

Esdebitazione per le aziende in crisi di liquidità: come funziona

Come imprenditore sovraindebitato dovrai seguire una delle due procedure a disposizione per uscire dalla crisi di sovraindebitamento.

In questo modo, potrai saltare i tuoi debiti, anche se in misura ridotta o parziale.
Più in dettaglio, ecco alcuni aspetti importanti da sottolineare per le singole procedure:

  • con l'accordo di ristrutturazione dei debiti. Tramite un apposito ricorso da depositare al il Tribunale competente, puoi proporre ai creditori un diverso rientro del debito, anche parziale. La proposta dovrà essere approvata da almeno il 60% della massa creditoria.
  • attraverso la liquidazione del patrimonio. Potrai chiedere che vengano appunto liquidati tutti i tuoi beni ed il ricavato degli stessi posto a soddisfo dei creditori. Si tratta di una procedura residuale, che viene attivata quando non è possibile fare nessun altro tipo di accordo

Infine, bisogna tenere conto di alcune significative modifiche, introdotte dal decreto legislativo n.14/2019, di riforma del codice fallimentare. La riforma entrerà in vigore da agosto 2020 e introduce una serie di procedure di cui dovranno dotarsi le imprese: le procedure di allerta.

Image

Vuoi avere maggiori informazioni sulla procedura di esdebitazione? 

Richiedi maggiori informazioni. Offriamo un parere tecnico approfondito a tutte le aziende in crisi di liquidità.
logo
Corso Tazzoli 215/13
10135 Torino
P.I. 09533270014

Avvocato

Civile

Torino